Giovedì, 04 Ottobre 2018 08:25

Il Progetto EEE alla Notte dei Ricercatori

Notte dei Ricercatori 2018 a Catania e Cagliari (in alto) a Bologna (in basso) Notte dei Ricercatori 2018 a Catania e Cagliari (in alto) a Bologna (in basso)

Il 28 settembre si è svolta la Notte dei Ricercatori (dalle 16 fin oltre mezzanotte), un appuntamento ormai fisso da anni che coinvolge varie sedi in tutta Europa. Il Centro Fermi ed il Progetto Extreme Energy Events (EEE) sono stati presenti in via Zamboni a Bologna, a Cagliari nella restaurata piazza Garibaldi e a Catania in Piazza Università.

A Bologna gli studenti del Liceo Ginnasio “Luigi Galvani” e del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” sono stati protagonisti in uno stand dedicato al Progetto EEE al quale le due scuole hanno aderito sin dalle prime fasi. Diversi studenti si sono alternati dalle 17 alle 23 ed hanno, con grande entusiasmo, descritto la loro esperienza, spiegato al pubblico la fisica dei raggi cosmici e il funzionamento del rivelatore. Stanchi e soddisfatti i ragazzi hanno lasciato per ultimi lo stand, pronti a tornare al loro lavoro. Grande affluenza e grande apprezzamento per il lavoro svolto dagli studenti ed anche un po’ di stupore nel constatare la preparazione di questi giovani ricercatori.

A Cagliari sono numerosi gli stand dell’Università e di enti di ricerca, come l’INFN, l’INAF, il CNR, in cui ricercatori, ma anche dottorandi e studenti, dalle 16 a mezzanotte, hanno illustrato il loro lavoro con piccoli esperimenti in piazza, strumenti, poster, seminari. Il pubblico ha accolto numerosissimo questa iniziativa, che ha contato, alla fine, circa 8000 presenze. Ha partecipato anche il Centro Fermi ed il Progetto EEE, ospitato dallo stand dell’INFN Cagliari, con un rivelatore di raggi cosmici e un poster che illustra il progetto. Corrado, Ester, Gabriella e Stefano, si sono avvicendati nella spiegazione ai tanti partecipanti delle finalità del progetto e della possibilità di osservare e studiare i raggi cosmici con i nostri rivelatori.

A Catania, il Prof Francesco Riggi ha presentato diverse attività relative alle proprietà dei raggi cosmici e alle loro applicazioni mostrando in funzione un contatore Geiger e una Cosmic Box di EEE con due scintillatori in coincidenza. Nello stesso stand trovavano posto anche materiali esposti di uso comune per la rivelazione delle particelle (scintillatori, fibre ottiche, schede di elettronica, ...) e un video che presentava le attività di tomografia muonica del vulcano Etna.

 

On September 28th la “Notte dei Ricercatori” (Researchers' Night) took place from 4 pm until after midnight, an appointment that , since many years, involves institutions and cities of all Europe. Centro Fermi and the Extreme Energy Events (EEE) Project were present in via Zamboni in Bologna, in Cagliari, in the restored Piazza Garibaldi, and in Catania in Piazza Università.

In Bologna the students of Liceo "Luigi Galvani" and Liceo "Enrico Fermi" were the main characters in a stand devoted to the EEE Project, to which the two schools have joined since the beginning. Several students, alternating from 5 pm to 11 pm, described their experience, explaining to the audience the physics of cosmic rays and how the detector operates. Tired, the students left the stand as last, but happy for this experience with the public. The visitors had great appreciation for the activities presented by the students and were impressed by their knowledge and their enthusiasm.

In Cagliari, the University and research institutions, INFN, INAF, CNR were present with many stands from 4 pm to midnight. Researchers and students illustrated their work with small experiments, instruments, posters, seminars. Many peaple have joined the initiative, that has registered around 8,000 visitors. Centro Fermi and the EEE Project were hosted by INFN Cagliari stand, with a cosmic ray detector and a poster illustrating the Project. Corrado, Ester, Gabriella and Stefano have explained to the many participants the aims of the project and the possibility of observing and studying cosmic rays with their detectors.

In Catania, Francesco Riggi presented some activities related to the properties of cosmic rays and their detection, showing a Geiger counter and an EEE Cosmic Box. In the same stand there were also materials, usually used for particle detection (scintillators, optical fibers, electronics boards...), and a video presenting the activities on muon tomography of the volcano Etna.

Letto 92 volte Ultima modifica il Martedì, 09 Ottobre 2018 09:37