Lunedì, 12 Marzo 2018 11:17

Al Liceo "Casiraghi" di Cinisello Balsamo gli studenti indagano i raggi cosmici

Liceo Casiraghi - Cinisello Balsamo (MI) Liceo Casiraghi - Cinisello Balsamo (MI)

Nell’ambito del Progetto “Extreme Energy Events – La Scienza nelle scuole”, il Liceo Casiraghi di Cinisello Balsamo (Milano), porta avanti una vivace attività di ricerca nel laboratorio di fisica dell’istituto. Gli studenti, con la supervisione dei professori, hanno assemblato alcune “Camere a Nebbia”, piccoli rivelatori a gas che al passaggio dei raggi cosmici ne mostrano la traccia trasformandosi in vere e proprie “lenti d’ingrandimento” di particelle. Altri rivelatori più sofisticati in dotazione alla scuole permettono di osservare e studiare la radioattività naturale di oggetti e ambienti. In un primo momento frequentato da numero limitato di studenti, il laboratorio ha visto aumentare la partecipazione di studenti e docenti che oggi analizzano i dati provenienti da rivelatori più grandi e complessi quali i Telescopi EEE, distribuiti su tutto il territorio nazionale. La scuola è supportata dai ricercatori del Centro Fermi, del CERN e dell’INFN e , con grande entusiasmo ed intraprendenza, sta anche valutando la possibilità di attivare un crowd-funding per contribuire all’istallazione di un Telescopio EEE nell’Istituto. La scuola, infine, collabora con l’Università degli Studi Milano Bicocca dando la possibilità ad un gruppo di circa 40 studenti, tra i 16 e i 18 anni, di partecipare a conferenze ed entrare in contatto col mondo della Ricerca.

Within the “Extreme Energy Events – Science inside schools” (EEE) project, the Liceo Casiraghi in Cinisello Balsamo (Milano) is carrying out an advanced and stimulating program in its Physics Lab. Under teacher’s supervision, students assembled few “Cloud chambers”, small gas detectors able to track cosmic rays crossing the chamber volume acting as a magnifying glass for elementary particle. More sophisticated detectors allow the young scientists to detect and study natural radioactivity of surrounding materials. During last year, activities extended to data analysis of the large array of EEE telescopes distributed over the whole Italian territory. Supported by researcher from Centro Fermi, CERN and INFN, the school is also considering a crowdfunding to contribute to the installation of a telescope inside the institute. In collaboration with the University of Milano Bicocca, Physics Lab’s students (about 40 young “researchers” 16-18 years old) will have the chance to attend to scientific conferences, establishing a first contact with professional research.

 Link articolo - "La Repubblica"

 Articolo "La Repubblica"

Letto 1181 volte Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2018 13:03