Martedì, 07 Aprile 2015 09:02

Riunione del 5 marzo 2015 (Biblioteca del Ministero dell’Interno)

Una riunione tecnica del Progetto del Centro Fermi “EEE (Extreme Energy Events) – La Scienza nelle Scuole” è stata tenuta il 5 marzo 2015 nella sala riunioni della Biblioteca del Ministero dell’Interno.
La riunione, che ha visto la partecipazione di una ventina di fisici italiani e stranieri (docenti universitari, ricercatori di altri Enti e grantisti del Centro Fermi) ha avuto per obiettivo la discussione dello stato di avanzamento del progetto e delle sue più immediate prospettive di sviluppo.
Il progetto EEE, ideato dal Prof. Antonino Zichichi per coinvolgere giovani studenti in un avanzato progetto scientifico avente per oggetto lo studio dei raggi cosmici di altissima energia, vede oggi la partecipazione di quasi 50 istituti scolastici in 28 città italiane. Il progetto, condotto dal Centro Fermi in collaborazione con l’Organizzazione Europea per la ricerca nucleare (CERN), l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), ha avuto lo scorso anno un importante riconoscimento dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con l’assegnazione di un consistente finanziamento premiale.
I lavori della riunione sono iniziati con i saluti della dr.ssa Maria Serena Benedetti, direttrice della Biblioteca del Ministero dell’Interno, che ha gentilmente messo a disposizione la sala riunioni della Biblioteca, e della prof.ssa Luisa Cifarelli, presidente del Centro Fermi. E’ stata auspicata una più continua collaborazione tra il Centro Fermi e la Biblioteca, che nei suoi archivi conserva anche documentazione sull’edificio che fu sede del Regio Istituto Fisico dell’Università di Roma e che è destinato, non appena finiranno i lavori di restauro, a diventare sede del Centro Fermi.
Ai saluti hanno fatto seguito le relazioni tecniche, che hanno messo in particolare evidenza il successo dell’esperimento (pilot run) condotto tra ottobre e novembre 2014 e il buon avvio dell’esperimento (run1) che sarà portato avanti dal 2 marzo al 30 aprile 2015, con la raccolta dati da 32 telescopi di raggi cosmici situati presso gli istituti scolastici partecipanti al progetto EEE.

Letto 1832 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Aprile 2015 09:04