%PM, %26 %663 %2017 %14:%Apr

"Explosive Editorial Experience" al Liceo Scientifico "A. Scacchi" di Bari.

ll n. 1 di "Explosive Editorial Experience" vedeva la luce il 22 marzo 2016, in occasione della presentazione ufficiale della piattaforma Cosmic Ray Station del
Liceo Scientifico "A. Scacchi" di Bari. Una piccola rivista di argomento scientifico nata sull' onda dell' entusiasmo di un bellissimo viaggio al CERN. I redattori sono
ragazzi afferenti al progetto Extreme Energy Events, appassionati di fisica, ma non solo. Sono eclettici, creativi, incoscenti e testardi. Perseverano, raccolgono
spunti, esce un secondo numero, poi un terzo. A distanza di un anno la piccola rivista scolastica fa il "salto" e diventa un blog:

https://exedex.wordpress.com

Campeggia il logo del progetto EEE, da cui tutto ha avuto inizio.
È un esperimento, un' opera prima, uno spazio di rielaborazione e confronto a tema scientifico.

Il progetto EEE continua a portare la scienza nel cuore dei giovani.
Sempre di più.

--

The n. 1 issue of the "Explosive Editorial Experience" came into being on March 22nd, 2016, on the occasion of the official presentation of the Cosmic Ray Station Platform

at "A. Scacchi" High School in Bari.

A small scientific magazine born in the surge of enthusiasm after a beautiful trip to CERN. The editors are students working on the "Extreme Energy Events" project,
passionate about physics, but not only.
They are eclectic, creative, maybe foolish, and stubborn. They persevere, collect ideas, a second number is out, then a third. After one year, the small school magazine has made the leap forward and become a blog:

https://exedex.wordpress.com

The EEE project logo, from which it all began, is on display. It is an experiment, a first draft, a space where scientific reworking and discussions can take place.

The EEE project keeps bringing science more and more into the hearts of young people.

Letto 432 volte Ultima modifica il %PM, %26 %665 %2017 %14:%Apr